MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA' CULTURALI Concorso per la concessione di premi per le traduzioni da finanziare con il Fondo per il potenziamento della cultura e della lingua italiana all'estero. (19E02023)

Versione originale dell'atto
Gazzetta Ufficiale n. 17 del 01-03-2019

I testi riportati non hanno carattere di ufficialità. Ai sensi di legge, l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa, dall'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato Italiano (IPZS), sulla versione cartacea della Gazzetta Ufficiale.

  • Scheda di sintesi
  • Concorso
  • Allegati
  • Titolo: Concorso per la concessione di premi per le traduzioni da finanziare con il Fondo per il potenziamento della cultura e della lingua italiana all'estero. (19E02023)
  • Categoria: Amministrazioni centrali
  • Ente: MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA' CULTURALI
  • Data: 01-03-2019
  • Scadenza: 31-03-2019

Art. 1 Premi per le traduzioni

IL DIRETTORE GENERALE 
                  BIBLIOTECHE E ISTITUTI CULTURALI 
 
    Vista la legge 7 agosto 1990 n. 241 e  successive  modificazioni,
recante "Nuove norme in materia di procedimento amministrativo  e  di
diritto di accesso ai documenti amministrativi"; 
    Visto il decreto legislativo 20 ottobre 1998, n. 368 e successive
modificazioni recante "Istituzione del Ministero  per  i  beni  e  le
attivita' culturali, a norma dell'art. 11 della legge 15 marzo  1997,
n. 59"; 
    Visto il decreto legislativo 30  luglio  1999,  n.  300,  recante
"Riforma dell'organizzazione del Governo, a norma dell'art. 11  della
legge 15 marzo 1997, n. 59" e successive modificazioni; 
    Visto il decreto del  Presidente  della  Repubblica  28  dicembre
2000, n. 445 recante "Testo unico delle  disposizioni  legislative  e
regolamentari  in  materia  di   documentazione   amministrativa"   e
successive modificazioni; 
    Visto il decreto legislativo  30  marzo  2001,  n.  165,  recante
"Norme generali sull'ordinamento del  lavoro  alle  dipendenze  delle
amministrazioni pubbliche" e successive modificazioni; 
    Visto il decreto legislativo 30 giugno  2003,  n.  196,  recante,
"Codice in materia di protezione  di  dati  personali"  e  successive
modificazioni; 
    Visto il decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, recante "Codice
dell'amministrazione digitale" e successive modificazioni; 
    Visto il decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150, concernente
"Attuazione  della  legge  4  marzo  2009,  n.  15,  in  materia   di
ottimizzazione  della  produttivita'  del  lavoro   pubblico   e   di
efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni"; 
    Visto il decreto-legge 31  maggio  2010  n.  78  recante  "Misure
urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitivita'
economica" convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio  2010
n. 122; 
    Vista  la  legge  6  novembre  2012,  n.  190,   concernente   le
disposizioni per la prevenzione e la repressione della  corruzione  e
dell'illegalita' nella pubblica amministrazione; 
    Vista la legge 24 giugno 2013, n. 71 concernente "Conversione  in
legge, con modificazioni, del decreto-legge 26  aprile  2013,  n.  43
recante disposizioni urgenti per il rilancio industriale di Piombino,
di  contrasto  ad  emergenze  ambientali,  in   favore   delle   zone
terremotate del maggio 2012 e  per  accelerare  la  ricostruzione  in
Abruzzo  e  la  realizzazione  degli  interventi   per   Expo   2015.
Trasferimento di funzioni in materia di turismo e disposizioni  sulla
composizione del CIPE"; 
    Visto il decreto-legge 8  agosto  2013,  n.  91  convertito,  con
modificazione,  dalla  legge  7  ottobre   2013,   n   112,   recante
"Disposizioni urgenti per tutela, la valorizzazione e il rilancio dei
beni e delle attivita' culturali e del turismo"; 
    Visto  decreto-legge  31  maggio  2014  n.  83  convertito,   con
modificazioni,  nella  legge  29   luglio   2014   n.   106   recante
"Disposizioni urgenti per la  tutela  del  patrimonio  culturale,  lo
sviluppo della cultura e il rilancio del turismo"; 
    Visto il decreto del Presidente del  Consiglio  dei  ministri  29
agosto 2014  n.  171,  recante  "Regolamento  di  organizzazione  del
Ministero dei beni e delle attivita' culturali e del  turismo,  degli
uffici  di  diretta  collaborazione  del  Ministro  e  dell'organismo
indipendente di valutazione della performance, a norma dell'art.  16,
comma 4 del  decreto-legge  24  aprile  2014  n.  66  convertito  con
modificazione dalla  legge  23  giugno  2014,  n.  89"  e  successive
modificazioni; 
    Visto il decreto del Presidente  del  Consiglio  dei  ministri  6
luglio 2017 recante "Individuazione degli  interventi  da  finanziare
con il Fondo per il potenziamento della promozione  della  cultura  e
della lingua italiana all'estero" - istituito ai sensi  dell'art.  1,
comma 587 della legge 11 dicembre 2016 n. 232 - con  cui  sono  stati
assegnati al Ministero dei beni e delle  attivita'  culturali  e  del
turismo euro 7.000.000,00 per gli anni 2018-2019-2020; 
    Vista la nota n. 10078  del  7  settembre  2017  della  Direzione
generale bilancio con la quale e' stato  richiesto  ad  alcune  delle
direzioni generali del Ministero dei beni e delle attivita' culturali
e del turismo l'invio di proposte e iniziative per  le  finalita'  di
cui al suddetto decreto del Presidente  del  Consiglio  dei  ministri
ovvero promozione del cinema, dello spettacolo e  dell'arte  italiani
all'estero, ciascuna per le materie di propria competenza; 
    Vista la nota n. 17092 del  15  settembre  2017  della  Direzione
generale biblioteche e istituti culturali con la quale  si  fornivano
gli elementi richiesti alla Direzione generale  bilancio  e,  tra  le
altre attivita', si proponeva, in particolare,  l'istituzione  di  un
bando di concorso per la concessione di premi per le  traduzioni  del
valore  di  €  300.000,00  da  suddividere  in  parti  uguali   nelle
annualita' 2018-2019-2020; 
    Vista la nota n. 13037 del 27  settembre  2017  del  Segretariato
generale relativa all'assegnazione di risorse ai diversi settori  del
Ministero, tra cui anche la Direzione generale biblioteche e istituti
culturali, per ulteriori progetti da finanziare con il Fondo  per  il
potenziamento della promozione della cultura e della lingua  italiana
all'estero; 
    Vista la nota n. 13175  del  24  novembre  2017  della  Direzione
generale bilancio con la quale sono stati  trasmessi  gli  interventi
ammessi al  finanziamento  di  cui  al  decreto  del  Presidente  del
Consiglio dei ministri 6 luglio 2017; 
    Vista  la   successiva   comunicazione   di   posta   elettronica
certificata del 24 novembre 2017 con la quale la  Direzione  generale
bilancio  richiedeva  l'indicazione  dei  soggetti  beneficiari   dei
progetti  al  fine  di  procedere  alla  ripartizione  delle  risorse
mediante apposito decreto del Ministro dell'economia e delle finanze,
su proposta del Ministro dei beni e delle attivita' culturali  e  del
turismo, per la definizione dei  capitoli  di  bilancio  in  cui  far
confluire le risorse in relazione alla categoria economica; 
    Vista la comunicazione di posta elettronica  certificata  del  30
novembre 2017 con cui la Direzione generale  biblioteche  e  istituti
culturali comunica alla Direzione generale  bilancio  l'accettazione,
in qualita' di soggetto beneficiario,  dei  fondi  da  indirizzare  a
varie iniziative descritte tra  cui,  in  particolare,  un  bando  di
concorso per la concessione di premi per le traduzioni del valore  di
€  300.000,00  da  suddividere  in  tre  quote  uguali   negli   anni
2018-2019-2020; 
    Vista  la  legge  30  dicembre  2018,  n.  145,  pubblicata   nel
Supplemento ordinario alla  Gazzetta  Ufficiale n. 302 del 31  dicembre
2018 - Serie generale -, concernente "Bilancio  di  previsione  dello
Stato per l'anno finanziario  2019   e  bilancio  pluriennale  per  il
triennio 2019-2021"; 
    Visto il decreto 31 dicembre 2018 del Ministero  dell'economia  e
delle finanze, pubblicato nel  Supplemento  ordinario  alla  Gazzetta
Ufficiale n. 302 del 31 dicembre 2018 -  Serie  generale  -,  con  il
quale e' stata disposta la "Ripartizione in capitoli delle Unita'  di
voto parlamentare relative al bilancio di previsione dello Stato  per
l'anno finanziario 2019 e per il triennio 2019-2021"; 
    Visto il decreto ministeriale 14 gennaio 2019 (Rep. 8) -  Decreto
concernente l'assegnazione delle risorse finanziarie, in  termini  di
competenza  e  cassa,  ai  titolari  dei  centri  di  responsabilita'
amministrativa, ai sensi dell'art. 4 comma 1, lettera c) e  dell'art.
14, comma 1, lettera b) del decreto legislativo 30 marzo 2001 n.  165
- registrato dall'Ufficio centrale di bilancio  presso  il  Ministero
per i beni e le attivita' culturali, in data 16 gennaio 2019; 
    Visto il decreto n. 6 del 17 gennaio 2019, registrato dall'UCB in
data 24 gennaio 2019 al numero 54 ai sensi del decreto legislativo n.
123 del 30 giugno 2011 visto ex art. 5, comma  2,  con  il  quale  il
direttore generale biblioteche e istituti culturali ha  assegnato  le
risorse finanziarie alla dottoressa Angela Benintende,  dirigente  di
seconda fascia, al fine di garantire  la  continuita'  dell'attivita'
amministrativa; 
    Ritenuto pertanto necessario reiterare la procedura  pubblica  di
selezione per la concessione di Premi per le  traduzioni,  annualita'
2019, dedicati esclusivamente alla diffusione della  lingua  italiana
all'estero a sostegno delle celebrazioni e  delle  risorse  messe  in
campo dal Ministero per i beni e le attivita' culturali per celebrare
e diffondere l'opera di  Raffaello  Sanzio  nel  mondo,  beneficiando
pertanto di particolare visibilita'; 
 
                              Decreta: 
 
                                Art.  1 
 
                       Premi per le traduzioni 
 
    Per l'anno 2019 sono banditi n. 10 (dieci) premi  in  denaro  per
traduzioni in  lingua  italiana  da  lingue  straniere  o  in  lingua
straniera dall'italiano. 
    Sono ammesse le seguenti tipologie di opere: 
      a) Opere letterarie in prosa e poesia; 
      b) Opere di critica letteraria, critica artistica,  saggistica,
ricerca scientifica; 
      c) Sceneggiature cinematografiche e teatrali. 
    A seconda della loro tipologia, le  opere  devono  rappresentare,
analizzare, o  porsi  in  relazione  con  l'Italia,  la  sua  storia,
cultura, arte e  letteratura,  e  contribuire  alla  loro  diffusione
all'estero. 
    Sono valutate esclusivamente traduzioni pubblicate non oltre i  5
anni precedenti la data di pubblicazione del presente bando,  e  gia'
pubblicate alla data di entrata in vigore del medesimo. 
    Nella valutazione viene data priorita' alle traduzioni  di  opere
che riguardino la vita e l'opera di Raffaello Sanzio o che presentino
elementi di connessione con le commemorazioni per il cinquecentenario
della morte dell'artista.

				

Art. 2 Soggetti beneficiari

				Art. 2 
 
                        Soggetti beneficiari 
 
    Possono presentare domanda  singoli  traduttori,  case  editrici,
case  di  produzione  cinematografica  e  teatrale  di   nazionalita'
italiana o straniera. Per la medesima opera puo' essere avanzata  una
sola richiesta. Nel caso di traduzioni  a  piu'  mani  sono  valutate
soltanto  le  pubblicazioni  dalle  quali  sia   possibile   evincere
chiaramente l'apporto  di  ogni  singolo  traduttore.  I  premi  sono
indivisibili e vengono assegnati alla sola persona e/o  societa'  che
ha presentato la domanda.

				

Art. 3 Presentazione delle istanze e modalita' di partecipazione

				Art. 3 
 
      Presentazione delle istanze e modalita' di partecipazione 
 
    Le istanze, in regola con le  vigenti  norme  sul  bollo,  devono
essere presentate entro il 31 marzo 2019 a: "Ministero per i  beni  e
le attivita' culturali - Direzione generale  biblioteche  e  istituti
culturali, Via Michele Mercati 4, 00197 Roma". 
    L'istanza, presentata secondo il modello di cui  all'Allegato  A,
completa in tutte le parti e firmata dal singolo traduttore o, per le
case editrici o case di produzione, dal legale  rappresentante  della
societa', deve essere corredata, a pena di esclusione,  di  tutta  la
documentazione richiesta, compresa una copia dell'opera  per  cui  si
concorre, in formato cartaceo e in formato digitale (CD  o  chiavetta
USB). Il candidato si impegna inoltre a mettere a disposizione  della
Commissione valutatrice un esemplare dell'opera in lingua  originale,
da  cui  e'   stata   eseguita   la   traduzione.   Per   l'eventuale
corresponsione del premio e'  necessario  corredare  la  domanda  del
Codice IBAN aggiornato (e in  caso  di  bonifici  internazionali  del
codice BIC/SWIFT). 
    La busta  contenente  tutta  la  documentazione  deve  recare  la
seguente intestazione: "Domanda di partecipazione  ai  Premi  per  la
traduzione da finanziare con il  Fondo  per  il  potenziamento  della
cultura e della lingua italiana all'estero - anno 2019" e puo' essere
inoltrata secondo le seguenti modalita': 
      a) Raccomandata A/R 
      b) Corriere espresso 
      c) Consegna a mano presso la Direzione generale  biblioteche  e
istituti culturali, Servizio II -  Secondo  piano,  dalle  9,00  alle
13,00 e dalle  14,00  alle  16,00  tutti  i  giorni  dal  lunedi'  al
venerdi', rivolgendosi ai referenti indicati nell'art. 7 del presente
bando. 
    Nel caso di invio tramite raccomandata A/R fa fede  la  data  del
timbro postale. Nel caso di invio tramite corriere espresso  fa  fede
la data di partenza riportata sulla lettera di vettura. Nel  caso  di
consegna  a  mano  l'interessato  riceve  dal  funzionario   preposto
apposita ricevuta di consegna con timbro e  data.  Tutte  le  domande
pervenute vengono acquisite al protocollo  della  Direzione  generale
biblioteche e istituti culturali. Le copie delle  opere  inviate  sia
cartacee che digitali non saranno restituite. 
    Entro i trenta giorni successivi alla scadenza del presente bando
il Servizio  II  della  Direzione  generale  biblioteche  e  istituti
culturali   trasmette   le   domande   acquisite   alla   Commissione
esaminatrice per la successiva valutazione.

				

Art. 4 Commissione esaminatrice

				Art. 4 
 
                      Commissione esaminatrice 
 
    Le istanze sono esaminate da una Commissione di esperti istituita
con decreto del direttore generale biblioteche e istituti  culturali,
che accerta i requisiti di ammissione delle singole domande e  valuta
la qualita' letteraria e tecnico-scientifica delle  traduzioni  e  il
valore del testo ai fini della diffusione e promozione della lingua e
della cultura italiane nel mondo. La Commissione propone il piano  di
assegnazione dei premi al direttore  generale,  che  lo  approva  con
proprio decreto entro i successivi trenta giorni.

				

Art. 5 Pubblicazione dell'elenco dei premiati consegna dei Premi ed esclusioni

				Art. 5 
 
Pubblicazione  dell'elenco  dei  premiati  consegna  dei   Premi   ed
                             esclusioni 
 
    Entro il 31 dicembre 2019 l'elenco  dei  soli  vincitori,  avente
valore di  notifica,  verra'  pubblicato  sul  sito  della  Direzione
generale biblioteche e istituti culturali. Gli  interessati  potranno
prendere visione delle documentazioni amministrative, ai sensi  degli
art. 22 e seguenti della legge 7 agosto 1990  n.  241  e  s.  m.  i.,
presso l'Ufficio di cui al successivo art. 7. 
    La cerimonia di  proclamazione  dei  premiati  sara'  organizzata
dalla Direzione generale biblioteche e istituti culturali. I premiati
non riceveranno  rimborso  alcuno,  ne'  di  viaggio,  soggiorno  e/o
pernottamento, durante la loro eventuale permanenza  a  Roma  per  la
cerimonia.

				

Art. 6 Diffusione del bando sul territorio nazionale e internazionale

				Art. 6 
 
   Diffusione del bando sul territorio nazionale e internazionale 
 
    Il  Ministero  degli   affari   esteri   e   della   Cooperazione
internazionale inviera' copia del  presente  bando,  oltre  che  alle
rappresentanze italiane all'estero, anche agli istituti  italiani  di
cultura, alla Rappresentanza italiana presso l'Unione europea e  alla
Commissione dell'Unione europea - Directorate-general  for  education
and culture (DG EAC).

				

Art. 7 Responsabile del procedimento

				Art. 7 
 
                    Responsabile del procedimento 
 
    Ai sensi dell'art. 5  della  legge  7  agosto  1990,  N.  241  si
comunica che il responsabile del procedimento  e'  il  dirigente  del
Servizio  II  della  Direzione  generale   biblioteche   e   istituti
culturali, dott.ssa Angela Benintende. 
    Per informazioni e comunicazioni rivolgersi a: 
      a)    Dott.ssa    Michela    Calisse:     06     67235069     -
michela.calisse@beniculturali.it 
      b)    Dott.ssa    Daniela    Laurenti:    06     67235079     -
daniela.laurenti@beniculturali.it 
      c)    Dott.ssa     Paola     Puglisi:     06     67235082     -
paola.puglisi@beniculturali.it 
      d)  Segreteria   dirigente   Servizio   II:   06   67235002   -
dg-bic.servizio2@beniculturali.it

				

Art. 8 Pubblicazione del bando

				Art. 8 
 
                       Pubblicazione del bando 
 
    Il presente bando e'  trasmesso  alla   Gazzetta   Ufficiale  della
Repubblica italiana per la pubblicazione. 
      Roma, 5 febbraio 2019  
 
                                    Il direttore generale: Passarelli

Torna su